Ecco l’inverno.
Lo sento arrivare.
Nella coperta di nebbia che, a sera, si distende sui campi.
Nel profumo di legna cha sguscia dai camini delle case.
Nel sogno delle sei, che mi sveglia con un grido d’angoscia e mi lascia in ascolto, nel buio.
Nella stanchezza della strada lucida, che mi sembra più lunga ogni giorno.
Nel desiderio di sedermi accanto al fuoco, con un libro e un bicchiere di rum.
Ecco l’inverno.
Lo sento arrivare.