Sei la mia schiavitù sei la mia libertà
sei la mia carne che brucia
come la nuda carne delle notti d’estate
(…)
sei la mia nostalgia
di saperti inaccessibile
nel momento stesso
in cui ti afferro.

Frammento da Nazim Hikmet, 1949, in Poesie d’amore, traduzione di Joyce Lussu, Mondadori (Mondadori Poesia), 1963, p. 44

Soundrack: Mark Knopfler & Emmylou Harris, Beyond My Wildest Dreams

Annunci