Perché scrivo così poco di te, marito mio, me lo chiedo spesso.

Poi arriva, inaspettata come sempre succede, una risposta:

Di te non scriverò, / io sono tutta scritta di te. / Non c’è al di là del mio margine ombroso / pagina chiara che ti possa accogliere.
Elena Clementelli, citata da akatalēpsía  nel post 380.

(Grazie, ancora una volta, Clelia.)

Annunci