WordPress.com ha un ottimo servizio di protezione contro lo spam, ma poi “spara” spam nei nostri blog, a nostra insaputa.

Tutto è cominciato dalla lettura di un post di Tasti.

Mi è venuta la curiosità di provare se anche Filosoffessa contenesse pubblicità di cui non ero consapevole.

Ecco il risultato, da una ricerca su Google con “orgoglio pedofilo bufala”:

Pubblicità occulta sul mio blog [immagine .jpg – ingranditela alle dimensioni reali e fatevi due risate]

Secondo i Terms Of Service di WordPress io non sono autorizzata ad inserire AdSense di Google o altri aggeggi simili in Filosoffessa.

Evidentemente loro sì. Come si spiega nelle FAQ, ma, ancor meglio, nel blog.

Non discuto più di tanto sulla scelta: in fondo io non pago nulla, quindi non sono di principio contraria a lasciargli mettere un po’ di pubblicità sul mio sito.

Il fatto è che non ne sapevo nulla. E credo di essere in buona compagnia.

Peccato. Uno degli aspetti che apprezzo di più di WP è la mancanza di pubblicità. (Ora dovrei dire: apparente mancanza…)

Un accenno di tutta la faccenda nei Terms Of Service mi sarebbe sembrato quanto meno opportuno.

Annunci