Che vuoi dirmi
padre
in quest’anniversario
tornato a visitarmi
nel sonno
mentre t’inseguo
tra Milano
e il mare

Forse lenire
la fatica
d’una vita senza sogni
o ricordare
che il passato rende
gravido il presente
ma non lo riempie
mai

22.5.1998

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/35651401]