Affacciata al cortile dove abitava mia nonna il cane nuovo mi ha abbaiato e mi ha rincorso (Iskra è già morta da anni e poi era forse anche più cattiva).

La casa, ristrutturata non di recente, è sempre sprangata.

Il nome della via, cancellato perché era scritto in italiano, è rimasto lo stesso.

Perfino le auto targate Arezzo sono al loro posto, all’ombra del susino selvatico.

Io continuo a girare nel mio cerchio, come in un circo, e mi chiedo per chi sto dando spettacolo.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/43820797/nel-mio-cerchio]

Annunci