You are currently browsing the monthly archive for gennaio 2008.

Filosoffessa è alla seconda nomination per il Thinking Blogger Awards.

Dopo Excalibur anche elrond mette il mio blog tra i cinque che fanno pensare.

Sono lusingata. E’ importante suscitare riflessioni, specie in un momento storico come questo, in cui se ne sente davvero il bisogno.
Ed emozioni, anche, che ci spingano a condividere, altra cosa di cui c’è molto bisogno.

Sono lusingata, ma, spiacente, non parteciperò al meme.

I blog che mi fanno pensare, emozionare, sorridere, indignare, sperare, dubitare… li trovate elencati nel “…logroll” o citati nella colonna “Dall’aggregatore di Filosoffessa”, oppure virgolettati, come post del tumblr-coso.

Seguo tutti con interesse, spesso con affetto, come vecchi amici. E sono certa che voi fate lo stesso con me.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/25170640]

Annunci

Tutto inizia da questo post: Forse il problema che Michele definisce “Poetico, meraviglioso, memorabile.”
Ci arrivo tramite AnniKa, che aggiunge “Concordo con Michele.”

A me, invece, sembra un po’ troppo facile.

E’ vero che il quadro della politica e della società, in Italia, è abbastanza desolante, specie per chi, come AnniKa e Michele, ha l’occasione di vivere all’estero, in Paesi più civili, e di fare i debiti confronti.

Epperò, epperò… dire che da noi le persone intelligenti sono una ristretta minoranza, che non ha diritto di cittadinanza e di espressione, che l’unica è gettare la spugna, tutto questo mi sembra ancora più desolante.

Se la nostra “povera patria”, per citare Battiato, è in queste mani è anche perché gli italiani (tanto quelli intelligenti, quanto quelli cretini) sono soprattutto pigri, indolenti, individualisti, rinunciatari e più pronti a criticare che a costruire.

Se non è l’intelligenza che ci manca, se non sono i mezzi (uno tra tanti: quello che stiamo usando), allora mi sa che sono i fini.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/24724325]

Ho il naso di un pugile suonato ma sono a casa.
Ora qualche giorno di riposo.
Grazie a tutti voi per l’attenzione affettuosa e per l’incoraggiamento, davvero prezioso.
Un abbraccio. A presto.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/24643668]

Non sono riusciti ad intubarmi, quindi tutto rimandato a giovedì.

Non perdetevi le prossime, avvincenti, puntate…

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/24143543]

Auto-citazioni sulla vicenda di Benedetto XVI e della Sapienza:

http://filosoffessa.tumblr.com/post/23885599

http://filosoffessa.tumblr.com/post/23889861

http://filosoffessa.tumblr.com/post/23961973

A futura memoria.

[Per lasciare eventuali commenti collegarsi agli articoli citati.]

L’intervento è venerdì. L’anno scorso mi hai portato bene. Ho voluto vederti prima.

L’auto attraversa un muro di pioggia, nella notte. Metto un po’ di musica. Faccio sempre fatica ad ingranare. Mi sembra di avere un milione di cose da dirti, dall’ultimo incontro, e di non ricordarmene nessuna.

Ti guardo fare people watching, nel locale. Osservo ogni tua minima espressione. Mi sembra di conoscerti a memoria, ma tutte le volte scopro qualcosa di diverso, qualcosa che ancora non so.

Sei stanco, credo, oppure distratto dai tuoi pensieri. Eppure sei gentile. Resti fino a tardi.

Vorrei salutarti con più affetto. Dirti almeno una di quel milione di cose che sento galleggiare dentro di me. Ma nessuna delle parole che ho usato fino ad ora, e sono tante, mi soccorre.

Un bacio frettoloso dentro il buio. La promessa di un viaggio. E il futuro ancora tutto avanti.

Soundtrack: James Blunt, Cry

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/23797657]

Per tre giorni niente telefono, sms, Internet, televisione, giornali…
Solo neve, nebbia, nuvole, case di sasso, colline, antiche pievi.
Ed ore e ore passate ad attizzare il fuoco, in assoluto silenzio.
E’ durato troppo poco, questo monachesimo auto-imposto.
Oggi già dilaga l’urgenza di domani.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/23120195]