You are currently browsing the monthly archive for aprile 2008.

Intanto mi fermo ad ascoltare
il jeans che ricade, morbido
lungo la gamba e sulla scarpa
mentre muovo il passo:
mi sorprendo della perfetta
architettura che presiede
la mia vita.
Poi la tecnologia
d’esistere s’inceppa:
m’impressiono a domandarmi
e la malinconia
s’allunga senza scopo.

Certi romanzi vanno letti
sotto un cielo livido.

27.4.1996

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/33335174]

Il fiume s’imbeve
della pace del mattino,
cataste di legna
e voci.

Un fischio, lontano.
“Viale Rimembranze
Alla Strada Ferrata”:
una piccola tomba con un fiore
di stoffa
e un lumino acceso.

Poi nulla.

aprile 1986

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/33103984]

Le tredicenni la fanno facile
affidando gli affanni
ad un foglio verdino

e dentro ci sei tu
o Leonardo Di Caprio
– che importa? –

del resto non fa differenza
ciò che conta per loro
non è la presenza o l’assenza

A me invece
gli anni diventano gravi
proprio non riesco a dimenticarli

i passi li rendono ampi
e a contarli
mi smarrisco: adesso mi manchi

perché mi ricordi quell’altro
ch’è via come te
ora che sei partito

Perché nuovamente c’è un lutto
un rimpianto per quello ch’è stato
per ciò che non abbiamo detto

O forse non abbiamo capito

26.4.1998

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/32499703]

Piove a dirotto.

Guardo le gronde vomitare acqua.
I camion schizzare fango dalle pozzanghere.

Leggo.

Ascolto l’aria entrare nei polmoni.
Cercare d’espandersi con un sibilo.

Prendo appunti per poesie future. Chissà.

La poesia salva la vita.

Non riesco a pensare.
Non riesco a scrivere altro.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/32420843]

Io e te, seduti sotto un cielo d’aprile.

Il privilegio del tuo affetto. E di poter essere me stessa.

Tu vali ben di più di quanto sei disposto a credere.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/31731758]

Altra visitina al pronto soccorso, la gola è come piombo fuso, in cui mi accoglie l’infermiere di un anno fa.

Ritorno all’ospedale il giorno dopo.

Attendo nella sala che durante la polmonite m’era sembrata il tetto del mondo ed ora è solo squallida. La primavera splende tutta oltre i vetri opachi.

Il cortisone mi rimette abbastanza in sesto da poter partecipare alla festa di anniversario, ieri. Al pranzo con gli amici, alle capriole dei cuccioli sulla spiaggia in riva al Po.

Manchi, come sempre. Manca il tuo sigaro e anche il mio, oggi, in un giorno di cristallo in cui tira un vento teso, da molo di Marina. Non si fuma dopo la colata di piombo.

Dicono che domani pioverà. Pioverà tutta la settimana.

Non vedo l’ora che sia domenica.

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/31039770]

Eppure sei qui
schiacciato alla terra dai sassi
mai vinto, indomito
cavaliere di mute battaglie.
Ancora si legge uno sfregio
nel tronco
ancora brandisci la spada.

aprile 1988

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/30758466]

[Già pubblicato in forma di bozza con il titolo di Appunti, VIII]

niente di speciale
a dire il vero
occhi bocca e muscoli
come un cuore che pulsa
con il fuoco della carne

ogni tanto nella carne
s’incendiano parole
che la mano dimentica
sul foglio

ma forse quelle pure
sono in prestito

portate dai gabbiani
lungo il fiume
da altri litorali
ben più ampi
con più profondi spazi

con onde lunghe piene d’alghe
che la memoria tiene
fila che s’intessono
a trama della vita

[Per commentare questo articolo collegati a: http://filosoffessa.tumblr.com/post/30554098]

Il primo aprile di cinque anni fa mi hai presa in moglie.
Gli amici che avevamo invitato ci telefonavano per chiederci se fosse uno scherzo.
Ma non lo era. E non è stato uno scherzo vivere con me.
Io festeggio ogni giorno il nostro anniversario. Ogni giorno che la vita mi regala per svegliarmi ancora accanto a te.

[Per commentare questo articolo collegati a:
http://filosoffessa.tumblr.com/post/30468672]